Anita Vigl

Originaria di Bolzano, cresciuta a Innsbruck e trasferitasi a Roma, Anita Vigl compie una pittura che fa da sfondo alla sua storia: le tradizioni, i segni, le lingue e le differenti vite vissute in questi luoghi si ritrovano nelle sue opere, considerate strumento capace di unire culture apparentemente lontane tra loro.

Tema principale dei suoi lavori è lo studio delle fratture che si creano e si perdono nei limiti del dipinto anche grazie alla moltitudine di toni luminosi che si scontrano tra loro, creando inaspettatamente un equilibrio cromatico che guida l'osservatore nelle visione dell'opera.